Promozione biblioteche

La Regione Autonoma della Sardegna ha competenza primaria sulle biblioteche di ente locale, a norma dell’art. 3, lettera q) dello Statuto. Ai sensi della L.R. 14/2006 esercita le funzioni di indirizzo e di programmazione generale ed assegna contributi annuali per il funzionamento delle biblioteche, dei sistemi bibliotecari e dei centri per i servizi culturali.

Biblioteche di ente locale

La Regione Autonoma della Sardegna ha dal 1948 competenza primaria in varie materie, tra le quali le biblioteche di ente locale, a norma dell’art. 3, lettera q) dello Statuto.

Biblioteche private

Le biblioteche delle istituzioni private sono strutture appartenenti a diverse tipologie di enti e associazioni e rappresentano uno strumento fondamentale nella diffusione del libro e della cultura sul territorio.

Centri di servizi culturali

In Sardegna operano cinque Centri di Servizi Culturali (C.S.C.): Cagliari, Carbonia-Iglesias, Oristano, Macomer ed Alghero. La Cassa per il Mezzogiorno li rese operativi nel 1967, nell’ambito di un progetto nazionale di promozione socio-culturale che comprendeva le regioni del sud Italia.

Progetti di gestione di servizi bibliotecari e archivistici

I servizi di gestione di biblioteche di ente locale, di sistemi bibliotecari e di archivi storici di ente locale si possono definire servizi primari, in quanto essenziali per la comunità di riferimento e per la Sardegna nel suo complesso.

Sistemi bibliotecari territoriali

La cooperazione è lo strumento che realizza la condivisione delle risorse interne e la più ampia utilizzazione di quelle esterne. La Regione autonoma della Sardegna riconosce la cooperazione bibliotecaria come modalità di gestione da privilegiare per l'incremento delle risorse informative e per il miglioramento dei servizi al pubblico.